Tutti i corsi a catalogo interaziendali Cegos a partire dal 19 ottobre saranno erogati esclusivamente in modalità Virtual Classroom. Scopri il flusso d’aula.

Le professioni del Project Management: Project Manager

Project Manager

Chi è il Project Manager?

Il Project Manager (PM), noto anche come gestore di progetto, direttore di progetto o responsabile di progetto, è la persona che organizza e dirige le diverse fasi di un progetto su cui ha assunto la piena gestione. Deve essere in grado di adattarsi a qualsiasi situazione, per quanto difficile possa essere.

Qual è il ruolo di un Project Manager?

Sotto la responsabilità di un direttore di progetto, il Project Manager assume varie funzioni: è un designer, controller, coach, esperto in materia e buon oratore. È il garante del successo di un progetto. Il suo ruolo richiede abilità tecniche ed eccellenti capacità interpersonali, oltre all'esperienza che acquisirà nel tempo.

La gestione di un progetto da parte del Project Manager

Una volta definito il progetto, con budget e programma, il PM deve gestire e controllare il lavoro in modo efficiente e garantire che il contenuto sia chiaro e pianificato. Il suo ruolo è quindi decisivo all'interno dell'azienda.

Principale responsabile delle caratteristiche e delle specifiche di un progetto

Il Project Manager deve occuparsi della distribuzione delle risorse in termini di materiale e manodopera, per arrivare a una soluzione ottimale con il minor costo possibile. È necessario gestire il progetto con riferimento alle specifiche concordate, fino alla loro attuazione. In parole più semplici occorre che segua da vicino la progettazione del progetto, dall'inizio alla fine: definire la strategia da adottare, stabilire gli obiettivi, trovare i finanziamenti e pianificare un'organizzazione migliore.

Soddisfare le esigenze dei clienti

Il PM deve consegnare un progetto con risultati coerenti con il livello di qualità atteso dal cliente. È, inoltre, tenuto a garantire il profitto di quest'ultimo e a dare seguito ai clienti. È necessario che partecipi a diverse attività specifiche per il corretto funzionamento del progetto, come ad esempio:

  • organizzare trattative con i fornitori;
  • collaborare con i professionisti coinvolti nel progetto per facilitare il suo progresso;
  • contribuire allo sviluppo delle gare d'appalto;
  • fare riferimento ai livelli di impegno previsti nel contratto.

Quali sono gli obiettivi che il Project Manager deve conseguire?

Essendo alla guida di un team il Project Manager agisce come un leader. È il direttore d’orchestra! In effetti, orchestra tutto in anticipo. La missione principale del PM è di mantenere l'interesse e la motivazione delle parti coinvolte. Ciò richiede di stabilire condizioni di lavoro soddisfacenti e di creare un ambiente favorevole per la creatività. Potrebbe anche essere necessario effettuare degli approfondimenti in ambito comunicazione.

Padronanza degli strumenti più recenti

In qualità di portavoce dell'azienda è il Project Manager che collabora con team esterni tramite e-mail, social network e altri media. Pertanto, deve padroneggiare perfettamente tecniche, servizi e sistemi in grado di aiutarlo a completare con successo il progetto. Non è raro ricorrere alla formazione per rafforzare queste abilità.

Le sue missioni in relazione ai processi

In primo luogo il PM dà forma al progetto attraverso una tabella di marcia, realizzando una previsione a breve, medio e lungo termine. È anche lui che diffonde le informazioni relative al progetto a tutte le parti e leader coinvolti, per tenerli aggiornati su eventuali progressi. Inoltre, può trovare idee innovative e soluzioni adeguate al corretto funzionamento dell'azienda. In effetti, è una delle persone che deve conoscere le problematiche del progetto. Grazie alla sua esperienza professionale e alle eccellenti capacità di negoziazione, il PM può entrare in contatto con gli sponsor per ottenere i finanziamenti necessari, alle migliori condizioni disponibili sul mercato.

Il Project Manager può anche organizzare seminari ai quali i clienti possono partecipare. Entrambe le parti hanno così l'opportunità di confrontarsi (con critiche e commenti) per migliorare l'adattamento e l'evoluzione del progetto. Deve mettersi nei panni del cliente per poter osservare il tutto dal suo punto di vista.

Occorre sottolineare che la dimensione del progetto di cui è responsabile il PM varia in base all’esperienza. Un Junior Project Manager sarà autorizzato a lavorare su un progetto piccolo mentre un Senior Project Manager sarà a capo di un progetto che coinvolge diversi rami dell'azienda, il che implica, ovviamente, maggiori responsabilità.

Coinvolgere e relazionarsi con il personale

Il Project Manager deve agire trasversalmente all'interno dell'azienda, a tutti i livelli. Per coinvolgere i membri del suo team nel suo lavoro deve essere lui stesso un partecipante. Deve credere nel successo del progetto che sta conducendo e dimostrare che gli obiettivi sono raggiungibili, nonostante le difficoltà che si potrebbero incontrare lungo il cammino.

Per questo motivo il PM deve impartire una formazione alla squadra di lavoro, definire le funzioni e pianificare i diversi compiti di ciascuno, infondendo fiducia. Il Project Manager deve fare pressione sul suo team per eccellere, perché un team unito e armonioso è la base per il successo di qualsiasi progetto.

Quali sono i requisiti per diventare Project Manager?

Un PM rappresenta il progetto internamente ed esternamente. Deve essere in grado di presentare idee, argomenti e risultati sia ai clienti che al suo team. Il progetto si basa in gran parte sulle sue capacità comunicative e dipende totalmente dalle sue capacità di gestione; ciò comporta relazioni scritte e rapporti verbali. Deve saper rispettare la politica aziendale mentre imprime il suo tocco personale.
Un Project Manager deve avere un minimo di competenze per eccellere nel suo lavoro. La conoscenza tecnica è qualcosa che si acquisisce e migliora nel corso della carriera professionale.

Va segnalato che il Project Manager ha seguito un percorso di formazione adeguata all'interno di un Master specializzato, ha almeno 5 anni di esperienza nel settore della consulenza e dello sviluppo e deve essere all'altezza del compito prima di accettare qualsiasi progetto. Una volta che ha dimostrato il suo valore, ci si può aspettare che apporti cambiamenti significativi e reali, in cui risultano evidenti i benefici.
La posizione di Project Manager è spesso assegnata a persone che hanno già ricoperto questo incarico almeno una volta in un'altra azienda, sebbene non sia impossibile accedervi tramite una promozione (interna o in un'altra società).

Quale formazione occorre per diventare Project Manager?

Per ottenere il lavoro di Project Manager è importante avere un titolo di istruzione superiore, almeno aver seguito un percorso di studi universitario.

Noi di Cegos possiamo offrirti un programma di formazione certificata in Project Management per arricchire il bagaglio conoscitivo appreso durante il tuo percorso accademico.

Scopri i corsi: