La professione del Responsabile della Comunicazione

Chi è il Responsabile della Comunicazione?

Il Responsabile della Comunicazione (RC) è il portavoce dell'azienda per cui lavora. A tal fine, deve proiettare un'immagine destinata a promuovere la reputazione dell'azienda nel lungo periodo. Questa immagine deve essere positiva e solida, e allo stesso tempo mettere in evidenza i progetti, le attività e i team coinvolti.

Oltre ad aumentare la reputazione dell'azienda, il RC migliorerà anche la visibilità della stessa e quindi il suo fatturato. Si occupa inoltre della pianificazione delle azioni da attuare (Quando farle? Quanto tempo necessita?).

Qual è il ruolo?

responsabile della comunicazione

Il Communication Manager crea strumenti e mezzi di comunicazione efficaci ed efficienti. Mette in atto azioni che fanno parte della strategia globale di comunicazione, sia internamente (verso i dipendenti) che esternamente (verso le parti interessate).

Il suo campo d'azione è molto ampio. Può occuparsi di comunicazione commerciale, comunicazione interna, comunicazione di eventi, comunicazione digitale (social network, corporate), comunicazione istituzionale (che mira a migliorare l'immagine dell'azienda), ecc.

Quali sono gli obiettivi?

Il Responsabile della Comunicazione è responsabile delle varie forme di comunicazione dell'azienda. I suoi compiti sono numerosi e variegati, ed è per questo che oggi si trova in strutture private come PMI e start-up. La professione può anche essere esercitata all'interno di grandi gruppi dove si occupa di questioni di carattere B2C (Business to Consumer), per rivolgersi a un pubblico di individui, o di carattere B2B (Business to Business), per rivolgersi a un pubblico di aziende. Può anche lavorare in strutture pubbliche come associazioni o istituzioni.

Bisogna notare che i compiti del Responsabile della Comunicazione variano a seconda dell'organizzazione e delle dimensioni della stessa.

Compiti nelle grandi aziende

Nelle grandi organizzazioni, il RC lavora sotto la supervisione del Direttore della Comunicazione. Può anche fare parte del dipartimento di marketing o può riferire ad un altro dipartimento, come le risorse umane, come parte di un team di comunicazione interna.

Il Responsabile della comunicazione è responsabile di un'area specifica del ramo comunicazione e collabora con colleghi che si occupano di altre aree. Dopo che la Direzione ha definito la strategia di comunicazione da adottare, il RC deve progettare e diffondere i diversi materiali relativi.

Compiti nelle organizzazioni di medie e piccole dimensioni

In una struttura più piccola, il Responsabile della comunicazione è l'unica persona che riferisce alla Direzione. I compiti che attendono il RC all'interno di queste organizzazioni richiedono competenze in pubblicità, stampa, editorial, relazioni con la stampa, relazioni pubbliche, ecc. Questo elenco è ben lungi dall'essere esaustivo.

Che si tratti di piccole o grandi aziende, il Responsabile della Comunicazione contribuisce pienamente all'efficienza e all'efficacia del dipartimento di comunicazione.

Comunicazione interna

Internamente, la risorsa può essere paragonata ad una “cinghia di trasmissione” tra il personale e la Direzione. Fa circolare dalla Direzione le informazioni necessarie ai dipendenti e viceversa. L'obiettivo è quello di riunire, informare e motivare i lavoratori. Il Communication Manager è responsabile del follow-up del piano di comunicazione interna dalla “A alla Z”. È inoltre responsabile dell'organizzazione di eventi quali convegni, riunioni, feste di fine anno, seminari, incontri, serate di gala e giornate di team building.

Implementa gli strumenti per migliorare gli scambi di informazione interni: intranet, barometro delle opinioni, nota informativa, giornale interno, indagini di soddisfazione, studi qualitativi/quantitativi, ecc. Può gestire le situazioni di crisi che possono sorgere all'interno dell'azienda: incidenti sul lavoro, licenziamenti collettivi, ecc. Se necessario, deve sapere anche placare gli animi dei suoi interlocutori.

Comunicazione esterna

Al fine di promuovere l'azienda esternamente, deve sapere comunicare con il pubblico; ovvero con utenti, acquirenti, giornalisti, distributori, ecc. Deve pubblicizzare l'identità dell'azienda, le sue attività e i prodotti che commercializza.

Per fare questo, il RC deve produrre materiale informativo o promozionale come volantini pubblicitari, opuscoli, cartelle, cartelle stampa e comunicati. Poiché l'obiettivo è quello di farsi conoscere in tutti i modi, può organizzare e/o partecipare ad eventi come open day, fiere, mostre, visite aziendali, ecc.

Il Responsabile della Comunicazione funge anche da intermediario tra l'azienda e i media locali. In particolare, ne controlla le relative relazioni e gestisce i rapporti con i partner aziendali. Gestisce i budget inerenti alla sua funzione e avvia le trattative con i fornitori di servizi.

È inoltre responsabile di tutti i contenuti editoriali, che si tratti di un giornale interno o di una singola newsletter. In altre parole, sono responsabili della comunicazione digitale dell'azienda; dell’aggiornamento del sito web e/o della gestione delle reti sociali (Twitter, Facebook, ecc.).

Quali sono i requisiti?

Il suo know-how

Il Responsabile della Comunicazione deve essere competente in materia di strumenti informatici, come ad esempio i software d’ufficio (OpenOffice e Pacchetto Office). Deve avere dimestichezza anche con i software grafici, come Illustrator, InDesign, Photoshop o Xpress. Deve conoscere la suite Adobe per l'impaginazione e la gestione delle immagini. Deve lavorare sull’indicizzazione naturale del sito sui motori di ricerca.

Il RC deve sapere gestire le principali leve digitali (performance, contenuti, e-mailing, SEO, pubblicità online) e deve essere a suo agio con le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione (social network, web, blog).

Le sue capacità interpersonali

Il Responsabile della Comunicazione è versatile e può essere coinvolto in quasi tutti le aree. A volte, può vestire il ruolo di scrittore. Altre volte, può improvvisarsi stratega o produttore. Ascolta i suoi colleghi ed ha un forte interesse verso lo scambio di informazioni e l'apprendimento.

Il RC deve avere una buona conoscenza dell'azienda, della sua cultura, della sua storia, della sua identità, dei suoi concorrenti, dei suoi prodotti e dei suoi mestieri per riformulare correttamente le sue esigenze.

Il Responsabile della Comunicazione deve avere una forte capacità di adattamento nella realizzazione dei progetti, poiché deve rispettare i vincoli legati all'organizzazione e al tempo. Deve essere reattivo alle situazioni di crisi e alle richieste dei media. Deve essere inoltre in grado di esprimersi perfettamente sia oralmente che per iscritto.

Curiosità, rigore, iniziativa, flessibilità, empatia, diplomazia e pragmatismo fanno parte del suo vocabolario. Il Communication Manager deve essere sempre informato e mantenersi al passo con i nuovi e più recenti sviluppi. Nel contesto della globalizzazione e degli scambi digitali, deve parlare diverse lingue straniere, tra cui soprattutto l'inglese.

Quale formazione occorre?

Il ruolo di Responsabile della Comunicazione sta guadagnando sempre più seguito. È un lavoro vivace che richiede flessibilità e reattività.

È normalmente necessario ottenere una laurea quinquennale in comunicazione (che è preferibile) o una laurea in comunicazione e informazione.

I giovani laureati sono spesso sopraffatti dalla ricerca di lavoro in questo mondo competitivo. L'opzione migliore è e rimane quella di specializzarsi in un settore promettente o di seguire un corso di formazione professionale; la vostra chiave per l'occupazione.

I nostri corsi offrono grandi quantità di attività pratiche digitali e soddisfano una domanda di mercato che è in costante evoluzione. Scoprili tutti e diventa un Responsabile della Comunicazione di successo!

Corsi consigliati