Tutti i corsi a catalogo interaziendali Cegos a partire dal 19 ottobre saranno erogati esclusivamente in modalità Virtual Classroom. Scopri il flusso d’aula.

L’auto-organizzazione del lavoro

23/03/2020
auto-organizzazione
lets go digital LOGO

La complessità dei contesti lavorativi e il clima di incertezza e di costante cambiamento rendono sempre più difficile organizzare il proprio lavoro con concentrazione ed efficacia. In questa infografica vediamo alcuni suggerimenti per imparare ad organizzare al meglio le nostre attività lavorative.

Oggigiorno, quali sono le difficoltà che ogni lavoratore riscontra maggiormente?

Un ambiente organizzativo sempre più complesso:

  • conduzione simultanea di più progetti;
  • eterogeneità delle attività da svolgere;
  • trasformazioni aziendali sempre più frequenti;
  • incremento delle attività trasversali alle funzioni.

Un aumento della entropia comunicativa:

  • diffusione di device, tool ed app cheamplificano gli stimoli;
  • generazione di comunicazioni improprie;
  • messa a disposizione di informazioni allevolte superficiali e frammentarie.

In un ambiente sempre più interconnesso e improntato sulla digitalizzazione, assumono importanza 3 fattori: tempo, ambiente e modalità di lavoro.

Tempo

  • Applicare le best practice legate al time management;
  • Identificare le priorità su cui agire;
  • Pianificare le attività;
  • Non ricorrere troppo spesso al multitasking.

Ambiente

  • Permettere un accesso rapido a tutti i materiali informativi per essere sempre operativi;
  • Rendere il luogo di lavoro gradevole e accogliente.

Modalità di lavoro

  • Favorire l’automatizzazione delle attività di routine;
  • Usare al meglio i software già disponibili;
  • Sperimentare nuove applicazioni per consentire una riduzione dei carichi di lavoro.

È possibile gestire i carichi di lavoro per non essere sopraffatti? Si, mostrandosi consapevoli e proattivi.

La consapevolezza si raggiunge:

  • valutando le proprie responsabilità;
  • comprendendo le aspettative dell’azienda;
  • focalizzandosi in base gli obiettivi;
  • chiarendo le priorità per non confondere urgenza e importanza;
  • definendo la propria organizzazione ideale: agire con largo anticipo o operare sotto scadenza.

La proattività si manifesta:

  • programmando le attività ed eventualmente riorganizzando le proprie abitudini;
  • determinando la modalità organizzativa adatta ai propri vincoli ed obiettivi;
  • confrontandosi con i colleghi per trovare nuovi stimoli.

Per saperne di più visita la nostra area corsi dedicata allo sviluppo ed efficacia personale, oppure contattaci per sviluppare questo tema in azienda.