Tutti i corsi a catalogo interaziendali Cegos a partire dal 19 ottobre saranno erogati esclusivamente in modalità Virtual Classroom. Scopri il flusso d’aula.

Innovazione e Velocità: un binomio vincente (parte 1)

13/09/2016

La legge di Moore: la tecnologia "raddoppia" a intervalli sempre più brevi

Molto spesso, quando mi trovo a parlare d’innovazione con aziende di settori diversi, nella maggioranza dei casi il fattore critico legato alla velocità non viene preso in considerazione o quantomeno non viene considerato particolarmente strategico. Un errore devastante per un'organizzazione che pretende di rimanere competitiva nel suo mercato di riferimento.

Partiamo da un semplice esempio per dimostrare quanto la velocità rappresenti probabilmente il fattore maggiormente strategico all'interno del concetto di innovazione.

Nel 2000 è stato sequenziato per la prima volta il genoma umano al costo monster di 2,7 miliardi di dollari. Oggi per la medesima operazione si spendono appena cento dollari. Da cosa dipende questo enorme livello di risparmio, in soli 15 anni, per un'operazione particolarmente complessa? Da una legge individuata negli anni '60 dal fondatore di Intel Gordon Moore, il quale parlando in quegli anni di circuiti stampati dichiarava che "il rapporto prezzo/prestazione della potenza di calcolo raddoppia ogni diciotto mesi".

Innovazione & Velocità

Questa teoria è stata ripresa negli ultimi 30 anni dal futurologo Ray Kurzweil, il quale ha individuato 4 punti fondamentali.

  1. La legge di Moore può essere applicata a qualsiasi tecnologia informatica (definita The Law of Accelerating Returns - Loan)
  2. L’informazione è il motore di questo fenomeno. Non appena un qualsivoglia settore, disciplina, tecnologia o industria viene informatizzato e alimentato da flussi di informazione, il suo rapporto prezzo/prestazione comincia a raddoppiare con cadenza approssimativamente annuale.
  3. Una volta iniziato, il raddoppiamento annuale non si ferma ma procede inesorabile anche contro qualsiasi ostacolo creato per rallentarlo.
  4. Oggi molte tecnologie sono state informatizzate attraverso l'IoT, quindi qualsiasi settore coinvolto segue lo sviluppo previsto dalla legge di Moore.

Prendiamo uno degli oggetti che in questi ultimi anni sta affascinando il mondo aereo: i droni.

Oggi un drone riesce a trasportare per 20 km un peso di 4kg e ogni 9 mesi (il doppio rispetto alla legge di Moore) il peso trasportato raddoppia. Questo significa che nel giro di 3 anni un essere umano di 64kg potrà volare attaccato ad un drone per 20 km. Utopia? No, velocità dell'innovazione.

Quindi, quando parliamo di innovazione all'interno delle organizzazioni, dobbiamo sempre considerare la velocità: lo sviluppo tecnologico può portare innovazione in maniera così veloce che anche solo 9 mesi di ritardo possono fare la differenza tra un’azienda di successo e una fallimentare.

Luca Gelmetti

Luca Gelmetti
Innovation & Industry 4.0 Consultant