I corsi in aula sono disponibili anche online Scopri il flusso d’aula.

La professione dello UX Designer

Chi è lo UX Designer?

Lo UX Designer, o User Experience Designer, ha il compito di incorporare lo storytelling nell'esperienza cliente, raccontando storie invece di esporre semplicemente dati o informazioni legate al marchio o al prodotto. Il professionista UX analizza le esigenze e le aspettative degli utenti al fine di soddisfarle e rendere il sito Web accessibile e facile da usare. Occupa perciò un ruolo strategico.

Qual è il suo ruolo?

UX Designer

Al giorno d’oggi le tecnologie web si evolvono molto rapidamente, per questo lo UX Designer deve possedere sempre competenze aggiornate.

I designer conoscono le nuove tecnologie e i loro nuovi impieghi (come è stato ad esempio per la rotazione dello schermo da verticale a orizzontale o la navigazione online tramite comandi vocali).

Ad oggi uno dei problemi principali risulta essere l'esperienza dell'utente: quest’ultima viene definita come il sentimento che un cliente prova prima durante e dopo l'acquisto di un prodotto o servizio o dopo una semplice navigazione su un sito Web. L'esperienza del cliente, o Customer Experience (CX) è determinata dagli stati d’animo da lui provati in relazione al marchio.

L'obiettivo di UX Designer è rendere il sito accessibile ed ergonomico, ma anche analizzare e prevedere le aspettative degli utenti.

Quali sono gli obiettivi?

Gli obiettivi da raggiungere sono molti, perciò per semplificare identificheremo le tre linee principali che dovrebbe seguire.

Analizzare l'esperienza del cliente e condurre una buona diagnosi

Per prima cosa lo UX Designer lavora sulla diagnosi e sullo sviluppo dell'esperienza del cliente. Questa attività richiede diversi passaggi per essere completata correttamente.

Quali sono gli impatti legati al digitale?

È necessario comprendere gli impatti che il digitale può avere sui clienti. La User Experience ha avuto una nuova svolta negli ultimi anni come conseguenza delle innovazioni tecnologiche e abitudini di consumo: basti pensare al marketing emozionale, che lavora sempre nell’ottica di sviluppare un'esperienza in linea con le aspettative.

Lo UX Designer si occupa dell'esperienza tra prodotto e utente. Ha il compito di rispondere in modo efficace e chiaro alle esigenze di quest'ultimo, lavorando a stretto contatto con il marketing.

Lo CX Designer, invece, è un altro profilo professionale apparso di recente: è responsabile dell'esperienza tra il marchio e l'utente non solo in internet ma anche nei punti vendita fisici, nei contatti telefonici, negli eventi... Il suo obiettivo è diffondere i valori del brand in modo chiaro e coerente attraverso tutti i canali.

Eseguire una diagnosi

L'UX Designer definisce le sue strategie in termini di customer experience, valutando diverse dimensioni:

  • cognitiva
  • affettiva
  • comportamentale
  • emotiva

L'esperienza e la relazione con il cliente sono legate: il ​​cliente crea questo legame attraverso l’esperienza personale, tenendo conto di tutti i canali e modalità di comunicazione e interazione. Può anche essere interessante fare una diagnosi delle brand experience di aziende concorrenti per comprendere ancora meglio le emozioni e le esigenze dei clienti e raggiungere il tanto ricercato coinvolgimento. Quando si crea la strategia, servirà definire quali touchpoint e quali canali utilizzare in ogni step.

La scelta degli obiettivi

Lo UX Designer crea diversi scenari in base ai diversi obiettivi scelti in anticipo. Costruisce una Customer Journey Map, ovvero registra le attività degli utenti sul sito e ne mappa i percorsi quando acquistano un prodotto o un servizio. Ciò permette all'azienda di avere una visione più globale e concreta delle interazioni, degli ostacoli incontrati e dei canali utilizzati dai propri clienti.

L'obiettivo della Customer Journey Map è consentire all'UX Designer di avere una perfetta comprensione delle aspettative dei clienti per proporre innovazioni che vadano nella direzione giusta.

L'obiettivo è definire un cliente tipo e soddisfarne le esigenze. L'UX Designer predispone quindi una roadmap strategica per rilevare le fasi chiave del progetto ed eseguire un adeguato follow-up sulla sua evoluzione. Pilotare l'esperienza del cliente implica anche definire di indicatori chiave di prestazione (KPI) e implementare un barometro di soddisfazione.

Lavorare sul design e sull'ergonomia del sito

Lo UX Designer è responsabile della qualità e dell'ergonomia di un sito web, sia su computer che su smartphone.

La qualità di un sito web: l'obiettivo principale

Al giorno d'oggi la qualità della UX di un sito web è molto importante e richiede uno sforzo di riflessione e ottimizzazione su tre assi: efficacia, efficienza e soddisfazione. Lo UX Designer mira a minimizzare i dubbi che possono sorgere a un utente durante la navigazione su sito web. Pertanto, è necessario assicurarsi che l'ergonomia sia adattata agli obiettivi definiti, così come al messaggio del brand e alle comunicazioni di marketing.

Il designer deve definire criteri oggettivi per valutare la qualità della UX del suo sito, ma deve anche analizzare il processo di navigazione degli utenti attraverso strumenti come le mappe di calore. Deve comprendere appieno i fattori chiave di successo di un sito web: pertanto, è impensabile che il sito non sia Responsive Web Design (RWD) e che la visualizzazione di una pagina web sia adattata alle dimensioni dello schermo (computer, cellulare o tablet).

Gestire i contenuti e rispettare le regole grafiche

Il contenuto di un sito web deve essere pertinente e chiaro. Una delle chiavi della navigazione è la relazione tra testo e foto. Anche i link devono essere integrati nei testi e utilizzare diversi tipi di media, come infografiche e video. Lo UX Designer deve conoscere le regole grafiche dell'azienda, rispettando composizione e colori.

I colori di un sito web non sono infatti scelti a caso ma ognuno ha un'influenza diversa sull'utente. Il Flat Design si concentra su colori, tipografia e icone, il Material Design (progettato da Google) si concentra su forme geografiche, campioni di colore e sistemi di animazione. Entrambe le normative di progettazione sono essenziali per qualsiasi UX Designer.

Il cellulare

Sappiamo che gli utenti di Internet utilizzano sempre di più i dispositivi mobili. Ecco perché è nato il concetto di “Mobile First”: progettare un sito web prima nella versione mobile e poi adattarlo nella versione desktop e tablet. L'UX Designer deve conoscere le regole d'oro dell'ergonomia mobile, come design, libertà, utilità istantanea, velocità... L'esperienza utente sui dispositivi mobili dovrebbe essere semplice e divertente e l'integrazione dei gesti dell'interfaccia touch è un passo importante per ottimizzare questa esperienza.

Gestire un progetto UX / CX con metodi agili

Lo UX Designer è responsabile dei progetti UX e delle metodologie agili.

Diventare un Project Manager UX / CX

Il ruolo è finalizzato alla presa in carico di un progetto di trasformazione della user experience, basato sulla diagnosi del percorso del cliente sulla base di criteri stabiliti in anticipo. Grazie a questa diagnosi, si è in grado di definire nuoviobiettivi di UX tenendo conto delle esigenze specifiche del progetto.

L'approccio agile

Lo User Experience Designer deve comprendere appieno i valori, le origini e i principi della metodologia Agile e crea un team di progetto. Lo sviluppo della veste grafica viene affidato ad un team interno all'azienda o a fornitori esterni. Il team responsabile del progetto dovrà prestare attenzione alle specificità dei progetti web e mobile e l'ergonomista dovrà stabilire e gestire un budget. Per questo motivo, serve possedere una conoscenza approfondita della metodologia agile: vantaggi e svantaggi in contrapposizione con metodo standard e anche perché è utile per i progetti UX.

Gli 8 principi dell’agile

La metodologia agile si basa su 8 principi:

  • Focus sulle esigenze aziendali
  • Definizione e rispetto delle scadenze
  • Collaborazione
  • Nessun compromesso quando si tratta di qualità
  • Crescita solida, graduale e sostenibile
  • Sviluppo continuo
  • Comunicazione chiara
  • Controllo dei processi

Quali sono le competenze per diventare UX Designer?

L'UX Designer deve possedere varie competenze tecniche, come padroneggiare software di progettazione grafica, nozioni di programmazione, web design e marketing. Deve anche conoscere la vision aziendale e la strategia di business. Deve anche essere creativo, empatico, avere buone capacità analitiche ed eccellenti capacità interpersonali.

Quale formazione occorre?

Ad oggi non esiste ancora un diploma specifico per il profilo UX Designer, tuttavia esistono alcuni master e percorsi di specializzazione. D'altra parte, la formazione in progettazione grafica, arte digitale, informatica, informatica o multimedia è altamente raccomandata. In Cegos possiamo aiutarti ad accelerare le tue abilità con il nostro corso di user experience, incentrato sul rafforzamento o sulla costruzione una relazione brand-cliente in tutti i touchpoint.

Corsi consigliati