Tutor aziendale: quanto ne sai? - Cegos

03/04/2019

L’inserimento in azienda di un nuovo collega è sempre un momento delicato. Lo diventa ancor più quando si tratta di giovani alla primaesperienza lavorativa.

Da tempo diverse normative e - in senso lato - la sensibilità formativa delle aziende, hanno assegnato a professionistiesperti la responsabilità di facilitare questo importante momento di socializzazione al lavoro.

Per essere dei buoni tutor aziendali non basta essere volonterosi: sono necessarie delle skills specifiche. Essere persone che conoscono l’azienda ed esperti sulle competenze da sviluppare nei neoassunti è condizione necessaria ma non sufficiente per raggiungere i risultati.

Bisogna essere anche in grado di progettare e gestire l’attività di tutoring, consapevoli delle possibilidifficoltà e dei bisogni dei nuovi colleghi.

Se svolgi delle attività come tutor, prova a confrontarti con questo test proposto da Alessandro Reati, Practice Leader Cegos. Ti sarà di aiuto per valutare il tuo grado di comprensione della pratica e del ruolo.