Tutti i corsi a catalogo interaziendali Cegos a partire dal 19 ottobre saranno erogati esclusivamente in modalità Virtual Classroom. Scopri il flusso d’aula.

La web reputation

26/06/2020

Per Web Reputation si intende il sentimento percettivo che le persone manifestano online su un’azienda, un brand, una persona, un prodotto o un servizio.

Quali sono gli step per aumentare e migliorare la web reputation?

  • Monitorare la Brand Reputation, online non vale la regola del “bene o male, purché se ne parli”;
  • Misurare il Brand Sentiment valutando le reazioni rispetto a foto, video, post, articoli e commenti pubblicati;
  • Ripulire il web da contenuti diffamanti rimuovendo i link lesivi per evitare che le critiche diventino diffamazione e si trasformino in fake news;
  • Creare contenuti di qualità per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, la visibilità e attirare traffico targettizzato;
  • Favorire le recensioni positive chiedendo a utenti, clienti o fan di consigliare la pagina, il servizio, il prodotto o lasciare una recensione;
  • Gratificare gli utenti risolvendo problemi concreti.
  • Una persona ignorata è molto più pericolosa di una persona a cui si presta attenzione, anche minima.
  • Aumentare la presenza su Google e sui Social Media, non vuol dire soltanto aprire nuovi profili ma soprattutto accrescere la propria influenza sul web stimolando l’interazione degli utenti con i propri contenuti;
  • Proteggere, motivare e formare i dipendenti, i primi che possono parlare bene o male dell’azienda. La loro felicità è un ottimo indicatore della buona reputazione di un brand;
  • Incentivare chi parla bene dell’azienda, ovvero fare influencer marketing;
  • Controllare i competitor, cosa pubblicano o come reagiscono alle critiche positive e negative.

5 Strategie avanzate di Online Reputation Management

  • Costruire un piano di Crisis Management per poter reagire in modo veloce, sicuro e funzionale a una potenziale crisi;
  • Utilizzare un tool di monitoraggio reputazione per sapere cosa dicono sull’azienda e calibrare in modo consapevole le mosse successive;
  • Cercare di rimuovere contenuti diffamanti, un processo che può durare dalle 24/48 ore ai 6 mesi in base al caso specifico;
  • Reputation Intelligence per ricavare indicazioni importanti su partner commerciali o dipendenti con ruoli chiave e per scoprire eventuali hater;
  • Analisi del rischio reputazionale per prevedere la reazione di un utente di fronte ad un nuovoprodotto/servizio/messaggio.

Desideri sviluppare questo tema nella tua azienda? Contattaci!

Per approfondire il tema leggi l'articolo "Web Reputation: l’influenza delle opinioni sul business aziendale".